Blog

Test renders, latest news, big announcements and small ideas.

    Loading posts...
  • 3 + 1

    Vedi? Non hai capito un bel cazzo di niente! Pier era appena tornato dal bagno dello Chalet, una latrina appiccicaticcia incubatrice di malattie di ogni genere e di tre generazioni di scarafaggi, con il muso lungo e il suo “porcaputtanaroia” tipico, inevitabilmente pronunciato con la sua erre piacentina, armeggiando vistosamente con la patta dei suoi…

  • Magnum

    Com’e’ noto, l’Associazione in collaborazione con esponenti della magistratura, dell’avvocatura e del notariato, ha avviato una serie di incontri sul territorio finalizzati, oltreche’ all’organizzazione dei Convegni sul tema delle procedure esecutive immobiliari (tenuti a Palermo, Roma e Bari, rispettivamente il 5, il 14 ed il 21 giugno u.s.), alla costituzione di Osservatori permanenti… Il telefonino…

  • Pearl

    Il fulmineo incrocio di sguardi di occhi ghiacciati. I piedi callosi che disegnano strani simboli sulla terra punteggiata di costellazioni di noccioli di olive. Barba bianca. Mani che tremano. E in un lampo, senza motivo, una serie di ricordi imprevisti.

  • Mirra e lavanda

    La pelle liscia e tesa dell’interno coscia e’ piu’ calda della sua mano d’agosto. Una bellezza del genere sul sedile della sua MG, senza dover pagare una lira, gli sembra semplicemente un furto, ne piu’ ne meno. Dopo essersi acceso una Muratti, si slaccia lentamente i bottoni della camicia azzurra, intervallando ad ogni asola una…

  • Ineluttabile destino

    Nostalgia . E’ forse un modo piu’ romantico e ipocrita per chiamare il senso di colpa che strugge l’uomo consapevole di aver sprecato il proprio tempo, per cosi’ tanto tempo? Jamal rastrella la sabbia con i calli del piede, mentre gli occhi color del vetro seguono file di formiche indaffarate. I movimenti sono lenti, ma…

  • Pain Chaud #7

    Al Pain Chaud #7 il tempo sembra si sia fermato qualche anno fa. La brasserie di fronte ha cambiato gestione gia’ tre volte in dieci anni, il negozio di souvenir accanto ha spostato l’orca gonfiabile in ogni cantuccio immaginabile, con ben poca fortuna, ma il Pain Chaud #7, tranne una tinteggiatura veloce, rimane sempre uguale.

  • L’inferno di seta

    L’inferno di seta, costruito in intrecci di colpe e scuse, cosi’ sbagliato. I pensieri scricchiolano e gracchiano nel corpo nudo e mutilato di occhi e bocca e orecchie e senso. E se nel cielo volano memorie, sotto i moncherini in infradito, liquami di lava e interiora. Un colpo secco, nell’uniforme frastuono monotono e grigio. Volgo…

  • Mamma all’attacco

    Anna ha riaccompagnato mia madre a casa stamattina. Saranno state le otto, non lo so. Per l’ennesima volta era sbronza schifosa, con l’abitino che le aveva regalato papa’ un paio d’anni fa, quello tutto tagliato di sbieco, con i buchi nella schiena. Doveva essere rosso, ma oggi ha una bella macchia verde bile proprio sull’ombelico.…